Torna a Eventi FPA

Gli eventi in programma

lunedì, 4 dicembre mattina

11:00
13:00

Parma Smart Benchmarking: equilibrio, inclusione, sostenibilità e attrattività.[SB_Parma]

Lunedi 4 Dicembre ore 11.00-13.00
Palazzo del Governatore
Piazza Giuseppe Garibaldi, 19/L Parma


Tra le prime 10 città intelligenti d’Italia (al 9° posto secondo la classifica ICity Rate 2017), Parma ha fatto dell’inclusione la sua bandiera risultando la più efficace tra i municipi italiani nel contrasto alle povertà e, nonostante la pesante crisi economica che ha affrontato negli ultimi anni, è tra le prime per occupazione (11° posto). Ma è sulla sostenibilità che Parma si dimostra veramente smart, risultando la migliore tra le città del nord per ciò che concerne il consumo del suolo con una riduzione di 8mq pro-capite negli ultimi tre anni.

Partendo da questi risultati il Comune di Parma, nell’ambito dell’iniziativa Smart Benchmarking realizzata con FPA, invita il territorio a condividere una riflessione in funzione di una sfida ambiziosa: Parma 2030 Smart and Sustainable City.

Cosa c’è e cosa deve esserci nell'Agenda urbana della città per i prossimi anni?

 

 

 

mercoledì, 29 novembre mattina

10:30
12:30

Firenze Smart Benchmarking: quando un rating non basta.[SB_Firenze]

Mercoledi 29 Novembre ore 10.30-12.30
Palazzo Vecchio - Sala Macconi
Piazza Signoria - Firenze

 

Firenze: 3° in classifica nella classifica delle città intelligenti stilata da FPA, ICity Rate 2017. Opendata, crescita digitale, risparmio energetico, mobilità elettrica, istruzione, turismo e cultura, sono alcuni degli ambiti che spingono la città di Firenze sul podio delle città più Smart del paese e per i quali i traguardi definiti nell’ambito dell’Agenda 2030 dell’ONU sono molto vicini.

Partendo da questi risultati il Comune di Firenze, nell’ambito dell’iniziativa Smart Benchmarking portata avanti con FPA, invita il territorio a condividere una riflessione in funzione di una sfida ambiziosa: Firenze 2030 Smart and Sustainable City. Cosa c’è e cosa deve esserci nell'Agenda urbana di Firenze?

venerdì, 13 ottobre mattina

12:00
19:00

Sharitories_Palermo Arabo-Normanna[pa_sh2]

Strutturato come un gioco-serio, in collaborazione con OUISHARE, il Toolkit per Territori Collaborativi ha l’obiettivo di promuovere le pratiche dell’economia collaborativa all’interno dei sistemi territoriali, coinvolgendo in maniera diretta la stessa pubblica amministrazione al fine di rendere le pratiche collaborative parte integrante delle strategie di sviluppo locale. Il CTT è articolato in tre fasi, a cui corrispondono specifici obiettivi:

• Comprendere, ovvero trasferire conoscenza alle comunità locali su temi e pratiche dell’economia collaborativa e su come queste possano essere di supporto a specifiche iniziative di sviluppo locale;
• Facilitare ovvero co-creare soluzioni in risposta ai bisogni locali, coinvolgendo gli attori chiave di un territorio;
• Costruire ovvero offrire supporto concreto all’implementazione delle politiche collaborative territoriali, disegnando e avviando strategie collaborative territoriali, in risposta alle esigenze specifiche espresse dal territorio.

Nel dettaglio, l’applicazione del CTT secondo il modello sperimentato a FORUM PA 2015 e riadattato in diversi contesti territoriali, prevede l’organizzazione di uno o più workshop, a cui sono invitati a partecipare stakeholder precedentemente individuati: Società Civile e Communities territoriali; Aziende e operatori economici; Amministrazioni locali; Reti di Esperti, Istituti di ricerca, Scuole e Studenti; Innovatori, Startup, Makers e gestori di Spazi collaborativi.

Il lavoro, facilitato dal team, ripercorre 6 tappe avvalendosi di materiale grafico e di metodologie interattive : 1) Immaginare una città o un aspetto della vita urbana in chiave collaborativa e condividere la propria visione;  2) Mettere a fuoco e condividere le principali sfide che la città affronta in relazione a quel determinato aspetto;  3) Diventare “ESPERTI” di economia collaborativa; 4) Applicare le soluzioni collaborative alle sfide individuate; 5)  Co-creare la mappa degli attori territoriali 6) Individuare i primi passi per attuare le soluzioni.

I facilitatori dettano il timing di elaborazione e restituzione in relazione alle diverse fasi del
workshop

1. Emersione di una immagine condivisa della Palermo Arabo-Normanna
2. Individuazione delle principali sfide che la città affronta in relazione alla Palermo Arabo-Normanna
3. Studio nei tavoli degli scenari dell’economia collaborativa
4. Emersione nei tavoli di soluzioni collaborative alle sfide individuate e restituzione in plenaria
5. Co-creazione nei tavoli della mappa degli attori territoriali per le soluzioni più promettenti
6. Prima valutazione in plenaria in termini di fattibilità.

giovedì, 12 ottobre mattina

10:00
13:00

Le convenzioni SPC Cloud a supporto dell'Agenda Digitale Metropolitana[Almaviva_spc cloud]

Giovedì 12 ottobre  ore 10.00-13.00 
XXXIV Assemblea ANCI
Fiera di Vicenza - 
Via dell’Oreficeria,16

 

Con una dotazione finanziaria complessiva di 892 milioni di Euro, PON Città Metropolitane rappresenta il principale strumento a supporto delle priorità dell’Agenda Urbana Nazionale nel quadro della programmazione 2014-2020.

Nell’ambito del driver ridisegno e modernizzazione dei servizi urbani, ricopre particolare rilevanza l’Agenda digitale metropolitana (Asse 1), cui sono destinati ben 152 M di Euro per sostenere la realizzazione di servizi pienamente interattivi e integrare i processi informativi tra enti dell’area metropolitana. Si pone quindi l’esigenza di fornire alle Città metropolitane strumenti di facile attivazione e disponibili in tempi relativamente brevi, al fine di accelerare la realizzazione delle progettualità previste dai 14 piani operativi in tema di Agenda Digitale.

Le convezioni SPC Cloud relative al Lotto 3 (Servizi di interoperabilità dati e cooperazione) e Lotto 4 (Servizi di realizzazione portali e servizi on-line) rappresentano, in questo senso, una utile “cassetta degli attrezzi” per rendere le amministrazioni del territorio metropolitano interoperabili e pienamente cooperative e per realizzare servizi digitali innovativi per cittadini e imprese.

Attraverso il confronto tra i principali attori nazionali della politica di coesione, i responsabili del sistema integrato di gare per la fornitura di servizi innovativi per le PA e le autorità politiche delle 14 Città metropolitane, il convegno si pone l’obiettivo di individuare i possibili step di una strategia di breve termine che integri strumento finanziario, il PON Metro, e lo strumento contrattuale, le convenzioni Consip.

A tal fine, FPA presenterà un efficace documento di analisi che si propone di connettere le azioni previste dai 14 programmi operativi  con i servizi offerti nel quadro dei lotti 3 e 4 di SPC Cloud.

PER PARTECIPARE INVIARE UNA RICHIESTA a segreteriaconvegni@forumpa.it.

12:00
19:00

Sharitories_Palermo intraprende[pa_sh1]

Strutturato come un gioco-serio, in collaborazione con OUISHARE, il Toolkit per Territori Collaborativi ha l’obiettivo di promuovere le pratiche dell’economia collaborativa all’interno dei sistemi territoriali, coinvolgendo in maniera diretta la stessa pubblica amministrazione al fine di rendere le pratiche collaborative parte integrante delle strategie di sviluppo locale. Il CTT è articolato in tre fasi, a cui corrispondono specifici obiettivi:

• Comprendere, ovvero trasferire conoscenza alle comunità locali su temi e pratiche dell’economia collaborativa e su come queste possano essere di supporto a specifiche iniziative di sviluppo locale;
• Facilitare ovvero co-creare soluzioni in risposta ai bisogni locali, coinvolgendo gli attori chiave di un territorio;
• Costruire ovvero offrire supporto concreto all’implementazione delle politiche collaborative territoriali, disegnando e avviando strategie collaborative territoriali, in risposta alle esigenze specifiche espresse dal territorio.

Nel dettaglio, l’applicazione del CTT secondo il modello sperimentato a FORUM PA 2015 e riadattato in diversi contesti territoriali, prevede l’organizzazione di uno o più workshop, a cui sono invitati a partecipare stakeholder precedentemente individuati: Società Civile e Communities territoriali; Aziende e operatori economici; Amministrazioni locali; Reti di Esperti, Istituti di ricerca, Scuole e Studenti; Innovatori, Startup, Makers e gestori di Spazi collaborativi.

Il lavoro, facilitato dal team, ripercorre 6 tappe avvalendosi di materiale grafico e di metodologie interattive : 1) Immaginare una città o un aspetto della vita urbana in chiave collaborativa e condividere la propria visione;  2) Mettere a fuoco e condividere le principali sfide che la città affronta in relazione a quel determinato aspetto;  3) Diventare “ESPERTI” di economia collaborativa; 4) Applicare le soluzioni collaborative alle sfide individuate; 5)  Co-creare la mappa degli attori territoriali 6) Individuare i primi passi per attuare le soluzioni.

I facilitatori dettano il timing di elaborazione e restituzione in relazione alle diverse fasi del
workshop

1. Emersione di una immagine condivisa degli asset palermitani
2. Individuazione delle principali sfide che la città affronta in relazione all’attrattività economica ed imprenditoriale
3. Studio nei tavoli degli scenari dell’economia collaborativa
4. Emersione nei tavoli di soluzioni collaborative alle sfide individuate e restituzione in plenaria
5. Co-creazione nei tavoli della mappa degli attori territoriali per le soluzioni più promettenti
6. Prima valutazione in plenaria in termini di fattibilità.

martedì, 27 giugno pomeriggio

14:00
16:45

Risparmio ed efficienza energetica nelle Aziende sanitarie: dal project financing ai contratti di rendimento energetico[evento_innowatio]

L’EVENTO E’ RISERVATO AGLI ENERGY MANAGER E RESPONSABILI DELLA GESTIONE DEL PATRIMONIO DELLE AZIENDE SANITARIE, PUBBLICHE E PRIVATE.

PER MAGGIORI INFORMAZIONI SCRIVERE A SEGRETERIACONVEGNI@FORUMPA.IT

 

Martedi 27 Giugno  ore 14.00 -16.45
Federsanità ANCI
Via di Campo Marzio, 24

 

La corretta gestione energetica rappresenta per le Aziende sanitarie un argomento di assoluta attualità, per l’esigenza di contenere la spesa corrente, aumentare i livelli di comfort per i propri utenti, sostenere gli investimenti, spesso ingenti, volti alla riqualificazione energetica e messa a norma degli edifici e degli impianti. Spesso le strutture sanitarie riescono difficilmente a gestire in modo ottimale la tematica energetica, per la mancanza di risorse finanziare da destinare ad attività che non rappresentano il cuore dell’offerta sanitaria e a causa delle rigidità connesse con gli schemi tradizionali di acquisto.

In che modo è possibile per l’Amministrazione fare efficienza energetica, allocando sul partner privato gli oneri organizzativi e di investimento e liberando risorse per migliorare i servizi sanitari?

 Tale obiettivo può essere raggiunto affidando ad un unico soggetto il compito di progettare e realizzare, sostenendone il costo, interventi di riqualificazione energetica del patrimonio. Attraverso lo strumento del Project Financing, ad esempio, l’Azienda sanitaria può stipulare un contratto di rendimento energetico trasparente, tutelante e che trasferisca i rischi, dalla progettazione alla realizzazione dei lavori alla gestione, sul concessionario.

Obiettivi dell’incontro, riservato ai vertici delle strutture sanitarie pubbliche, sono:

  • illustrare nuovi modelli per realizzare progetti di gestione energetica integrata;
  • approfondire il Project Financing come strumento per finalizzare contratti di rendimento energetico, anche grazie all’intervento di un legale esperto;
  • presentare case history nel mondo della sanità.

 

sabato, 10 giugno pomeriggio

14:00
17:30

Innovazione nei piccoli comuni. Nuove tecnologie e piattaforme innovative a servizio delle Smart Land[A2A_smart land]

Sala: Sala 10

Museo del Violino
Piazza Guglielmo Marconi
Cremona

Le iscrizioni on line sono chiuse. Sarà possibile iscriversi on site.

FPA, A2A Smart City e LineaCom organizzano un appuntamento per fare il punto sull’innovazione nelle aree non metropolitane. A fare da sottofondo una domanda: come possono le nuove tecnologie favorire i processi di innovazione sociale?

Al centro del confronto quindi l’innovazione quale fattore chiave per trasformare il volto dei piccoli comuni: un’innovazione che metta al centro le persone e i bisogni delle comunità territoriali, che nasca da sinergie tra enti e attori locali, che sia riutilizzabile e trasferibile e che guidi uno sviluppo effettivamente intelligente, inclusivo e sostenibile.
L’innovazione nelle sue diverse sfumature (fibra ottica, wireless, IoT, Industria 4.0, Smart Road, Intelligenza Artificiale, ecc…) sta modificando la configurazione dei territori, attraverso un processo in cui il locale attiva nuove forme di aggregazione territoriale che sperimentano politiche economiche e sociali nuove, condivise ed estese.

Da questo punto di vista la scelta di Cremona, e della rete dei piccoli comuni della provincia lombarda, è strategica e lungimirante. Forte delle sue eccellenze tradizionali e grazie ad un’Amministrazione che vuole trasformarla in una Smart City, Cremona ha accettato la sfida della crescita anche sul fronte dell’innovazione. La punta di diamante è rappresentata dal nuovo Polo per l’Innovazione Digitale, un vero e proprio distretto dell’ICT che ospiterà aziende e start-up del settore.

mercoledì, 10 maggio pomeriggio

14:30
16:30

Data Driven Decision: un'opportunità per le Amministrazioni[Esri_data driven decision]

Mercoledì 10 maggio ore 14.30-16.30
Ergife Palace Hotel
Roma, Via Aurelia, 619

L'incontro è organizzato da FPA nell'ambito della Conferenza Esri Italia 2017. Pertanto, ai fini organizzativi, i dati degli utenti registrati saranno gestiti dalla Segreteria Esri Italia.

Le iscrizioni on line sono chiuse.
E' possibile registarsi on site il giorno dell'evento.

 

Nel governo dei territori i dati, e in particolare i dati geografici, sono diventati una risorsa strategica. Non è pensabile, infatti, governare la crescente complessità di natura sociale ed economica senza poter disporre di strumenti e di tecnologie in grado di restituire una conoscenza puntuale e aggiornata del territorio al quale ci si riferisce. Dati istituzionali, dati che provengono dal funzionamento della stessa PA (si pensi ai bilanci comunali o alla fatturazione elettronica), dati che vengono dagli oggetti smart (l’internet delle cose) dati, infine, che provengono dagli stessi utenti delle città (si pensi ai dati di flusso provenienti dai mobile) aumentano il loro valore informativo con la dimensione geografica.

Quali sono le competenze nella PA per portar avanti una cultura del data driven decision? Obiettivo dell’incontro, che si svolgerà nell’ambito della Conferenza Esri Italia 2017, sarà individuare i possibili scenari futuri e il ruolo del settore IT.

martedì, 4 aprile mattina

10:30
13:00

Tecnologie ICT a supporto del crisis management[Huawei_crisis management]

Martedi 4 aprile ore 10.30-13.00
Auditorium, MACRO - Museo di Arte Contemporanea
Roma, Via Nizza, 138

Gli eventi naturali manifestatesi degli ultimi mesi, alcuni purtroppo con esiti tragici, hanno anche evidenziato la fragilità di molte infrastrutture critiche pubbliche, riaccendendo l’attenzione sulla necessità di garantire la sicurezza e la resilienza dei sistemi e delle reti informatiche delle amministrazioni italiane. I beni e i servizi IT possono infatti giocare un ruolo fondamentale e strategico nel garantire un’efficace gestione delle situazioni di emergenza da parte degli enti dislocati sul territorio - siano essi autorità locali o articolazioni territoriali delle grandi amministrazioni centrali - supportando cittadini e imprese nell’immediatezza dell’evento e garantendo la continuità nell’accesso a dati e servizi gestiti dalla PA.

Nessuna PA può considerarsi immune dai rischi derivanti da eventi catastrofici o calamità naturali. Si pone quindi l’esigenza di definire e implementare sistemi integrati di governo della sicurezza del territorio e delle infrastrutture critiche, basati sia su processi di analisi preventiva e valutazione del rischio, sia misure efficaci di contrasto e gestione delle crisi, che integrino soluzioni organizzative, procedurali e tecnologiche, anche per ciò che attiene gli aspetti connessi alla comunicazione verso media e cittadini.

martedì, 31 gennaio mattina

10:45
13:30

Infrastruttura e servizi: i nuovi modelli di interazione tra PA e Cittadini[Vodafone_firenze]

Infrastruttura e servizi: i nuovi modelli di interazione tra PA e Cittadini

Martedi 31 Gennaio ore 10.45-13.30
The St. Regis Florence
Piazza Ognissanti, 1 Firenze

 

 

Il prossimo 31 Gennaio si svolgerà a Firenze un interessante evento organizzato da FPA, in collaborazione con Vodafone, dal titolo: Infrastruttura e servizi: i nuovi modelli di interazione tra PA e Cittadini.

Non si tratta di un convegno tradizionale, ma di un tavolo di lavoro a porte chiuse in cui i responsabili dei sistemi informativi delle Amministrazioni pubbliche ed i responsabili del governo dell'Innovazione degli Enti del territorio della Regione Toscana si confronteranno su quanto chiesto da cittadini ed imprese alla PA: servizi veloci e vicini, fruibili dovunque e quando si vuole; informazioni tempestive e corrette tanto da permettere scelte e partecipazione; sicurezza assoluta della protezione dei propri dati; user experience fluida e amichevole, del tutto simile a quella dei portali privati. 

La discussione sarà centrata sulle seguenti tre domande:

  • Quale infrastruttura per abilitare i servizi digitali?
  • Quale strategia per rendere esecutiva la convergenza degli strumenti e dei servizi pubblici in mobilità?
  • I dati, prodotti dalle istituzioni, dalle imprese, dai cittadini, dagli oggetti, possono supportare le decisioni strategiche dell'Ente pubblico? e in che modo?
     

Ogni partecipante potrà scegliere di rispondere ad una delle domande (il contributo non è obbligatorio) ed esprimersi per dar luogo ad una mappa mentale di sintesi, che verrà resa disponibile sui canali di comunicazione di FPA a seguito dell'evento. 
I partecipanti potranno portare a fattor comune del tavolo di lavoro, esperienze, riflessioni, e progetti avanzati o in fase di avanzamento.

L'evento è riservato, per partecipare inviare una richiesta all'indirizzo a.faticone@forumpa.it indicando nome, cognome, funzione e ente di appartenenza.

 

martedì, 24 gennaio mattina

10:45
13:30

Infrastruttura e servizi: i nuovi modelli di interazione tra PA e Cittadini[Vodafone_Padova]

Infrastruttura e servizi: i nuovi modelli di interazione tra PA e Cittadini

Martedi 24 Gennaio ore 10.45-13.30
Villa Borromeo
Via della Provvidenza, 61 Sarmeola di Rubano (Padova)

 

Il prossimo 24 Gennaio si svolgerà a Padova un interessante evento organizzato da FPA, in collaborazione con Vodafone, dal titolo: Infrastruttura e servizi: i nuovi modelli di interazione tra PA e Cittadini.

Non si tratta di un convegno tradizionale, ma di un tavolo di lavoro a porte chiuse in cui i responsabili dei sistemi informativi delle Amministrazioni pubbliche ed i responsabili del governo dell'Innovazione degli Enti del territorio della Regione Veneto si confronteranno su quanto chiesto da cittadini ed imprese alla PA: servizi veloci e vicini, fruibili dovunque e quando si vuole; informazioni tempestive e corrette tanto da permettere scelte e partecipazione; sicurezza assoluta della protezione dei propri dati; user experience fluida e amichevole, del tutto simile a quella dei portali privati. 

La discussione sarà centrata sulle seguenti tre domande:

  • Quale infrastruttura per abilitare i servizi digitali?
  • Quale strategia per rendere esecutiva la convergenza degli strumenti e dei servizi pubblici in mobilità?
  • I dati, prodotti dalle istituzioni, dalle imprese, dai cittadini, dagli oggetti, possono supportare le decisioni strategiche dell'Ente pubblico? e in che modo?
     

Ogni partecipante potrà scegliere di rispondere ad una delle domande (il contributo non è obbligatorio) ed esprimersi per dar luogo ad una mappa mentale di sintesi, che verrà resa disponibile sui canali di comunicazione di FPA a seguito dell'evento. 
I partecipanti potranno portare a fattor comune del tavolo di lavoro, esperienze, riflessioni, e progetti avanzati o in fase di avanzamento.

L'evento è riservato, per partecipare inviare una richiesta all'indirizzo a.faticone@forumpa.it indicando nome, cognome, funzione e ente di appartenenza.